Barriera Corallina

Barriera corallina ha come obiettivo la costruzione di una comunità di pratica culturale nella Circoscrizione 6 della Città di Torino attraverso il rafforzamento e l’apertura alla cittadinanza di spazi di aggregazione, partecipazione, resilienza. 

Come costruire collettivamente la pace e promuovere un’educazione alla cittadinanza globale nelle nostre comunità e sui nostri territori?

Co-progettiamo azioni culturali, eventi itineranti, laboratori, spettacoli teatrali, concerti e video proiezioni gratuiti e accessibili.

Promuoviamo un approccio alla cultura che valorizza le diversità, che crea spazi per voci minoritarie, che non dimentica i diritti umani, la prevenzione dei conflitti, l’educazione interculturale.

Scegliamo l’azione diretta, il posizionamento e la presa di potere in chiave cross-culturale, intersezionale e intergenerazionale.

Partecipa con noi!

—> Scopri le associazioni

—> Trova gli spazi

PROGRAMMA BARRIERA CORALLINA

Venerdì 11 Novembre

Ore 21:00
Jigeenyi
— Via Paganini 0/200, Bunker Torino, fine della linea magenta

Concerto di Alassane Badboy e Cora Greco

Alassane Badboy, nasce a Rufisque (Dakar – Senegal) e vive a Thiès. Fa parte del collettivo Viking Muzik e NoOx Worldwide, con cui sviluppa i suoi progetti sia discografici che live. La sua musica è una proposta di sound giovani ed innovativi, radicati nella cultura west africana del Senegal ed influenzati dai sound più internazionali come reggae, afro-pop, afro-rock, funk, salsa. Artista internazionale, ha già presenziato a festival di portata mondiale, come Dakar Music Expo e compiuto due tour in Italia (Inverno 21 ed Estate 22).In Italia collabora con la band di Madido Studio e artisti del conservatorio, come Cora Greco, creando incontri tra la musica afro e africana e quella europea.
 
Cora Greco è una musicista polistrumentista, inizia lo studio del pianoforte a 5 anni e a 6 anni l’incontro con il violoncello ed il suo Maestro, Nevio Zanardi. Frequenta il liceo musicale dove studia inoltre percussioni d’orchestra. Studia al Conservatorio Paganini di Genova. Studia inoltre canto corale e individuale e molto giovane inizia a comporre suoi brani inediti. Ha all’attivo molti concerti sia come solista, in ensemble ed orchestra. La sua musicalità e artisticità si esprimono a tutto tondo praticando Tap Dance, danza contemporanea e body music. Ha all’attivo numerosi spettacoli in cui le sue doti ed esperienze artistiche confluiscono e si fondono con grande qualità, intensità e bellezza.
 

foto credits 11 NOV: Silvia Aresca – Electropark Festival / Baay Mora studio

 

Sabato 19 Novembre

Ore 19:00

Jigeenyi
— 
Via Paganini 0/200, Bunker Torino, fine della linea magenta

Presentazione di Tessuti Urbani

Nato a Torino per promuovere lo scambio interculturale attraverso la moda sostenibile, Tessuti Urbani è un brand di abbigliamento upcycled. Un progetto sviluppato con il sostegno del Politecnico di Torino e Torino Creativa e il contributo di Abito e diecicentoLab. Tessuti Urbani dedica la sua prima collezione al Senegal, ispirandosi alla cultura del dono e dell’abito, inserendo negli abiti il wax, tessuto tradizione africano, nel pattern grotto, simbolo di empowerment. Tessuti Urbani ha lanciato un’open call per creativ* per rappresentare il telaio culturale della città di Torino. Artist* e designer hanno interpretato la complessità torinese con dei poster simbolici.

Tessuti Urbani in collaborazione con Renken presenta una speciale serata per Jigeenyi in occasione di Barriera Corallina. Durante la serata sarà presentata la prima collezione Senegal del brand e una selezione di poster di creativ* torinesi sul tema Torino Telaio Culturale in una mostra collettiva che celebra la diversità sul territorio. Ad accompagnare musicalmente la serata le influenze africane di Dj Otello e le sonorità ambient di Piccola Illusione.

 

 



 

Domenica 20 Novembre

Dalle ore 10:00 alle 12:00

Jigeenyi
— 
Via Paganini 0/200, Bunker Torino, fine della linea magenta

Laboratori ceramica

Dalle 10.00 alle 12.00 laboratori per bambini organizzati all’interno di all’interno del progetto Barriera Corallina:

-Lovely Breakfast: laboratorio di ceramica per ragazzi con Terremobili

– Laboratorio per bambini con la creta con Gabo 

-Sunday Sound a cura di Ricette d’Africa!

Sabato 26 Novembre

Ore 21:00
Jigeenyi
— Via Paganini 0/200, Bunker Torino, fine della linea magenta

Concerto di Chris Obehi

Chris Obehi, nome d’arte di Christopher Goddey, nasce in Nigeria nel 1998. Durante l’infanzia viene introdotto alla musica gospel dalla famiglia. Nel 2015 fugge dal suo paese a causa delle persecuzioni religiose portate avanti da Boko Haram. Giunto prima in Libia, quindi a Lampedusa e infine a Palermo, dove stringe amicizie alle jam session facendosi notare come bassista. Qui intraprende gli studi di contrabbasso al conservatorio Alessandro Scarlatti e apprende da autodidatta la chitarra: nel frattempo matura grande interesse per la musica tradizionale siciliana, imparando le canzoni di Rosa Balistreri; nell’inverno 2018 un video nel quale suona “Cu ti lu dissi” raggiunge nell’arco di tre settimane quasi un milione di visualizzazioni. Il primo album di Chris Obehi, uscito per 800A Records, si chiama “OBEHI”, che in lingua Esan significa “mani d’angelo”. L’album è composto da canzoni in italiano, inglese, siciliano, Esan e Pidgin nigeriano e il tema principale è la lotta alla difesa dei diritti umani. Le melodie dell’album sono semplici e ruotano attorno a pochi elementi uniti efficacemente: il beat della batteria ispirata allo stile afrobeat, il basso dall’energia afro esplosiva e le chitarre soliste.
 

 Da novembre a 

dicembre

Ore 21:00
Anomalia Teatro
— Laboratorio Malaerba, via Verres 4/C – Torino

Corso di Teatro

Corso gratuito rivolto a ragazzə dai 14 ai 18 anni

Ogni lunedì dalle 16 alle 18.

Prima lezione 7 novembre.
 

Apriamo le porte del Laboratorio MalaErba per un nuovo progetto: un corso di teatro per ragazzə che si svolgerà a cadenza settimanale da novembre a giugno.  Per questo percorso abbiamo scelto un tema centrale che ci guiderà in ogni incontro: quello delle disuguaglianze. Insieme, ci immergeremo nei giochi teatrali, l’improvvisazione e varie tecniche per lo stare in scena, ma soprattutto il teatro sarà un potente stimolo alla nostra creatività, consapevolezza e spirito critico.

 
 
 
Info & iscrizioni:
info@anomaliateatro.it
3206789308
 

 Domenica 4 dicembre

Ore 11:00
Asola di Govi
— Jigeenyi, via P
aganini 0/200, alla fine della linea magenta, Torino

Arlecchino Pescatore di Parole

Nel Paese dei Burattini il Signor di Trebisonda ha perduto la tramontana e per ritrovarla ha rubato un gran numero di parole agli abitanti-burattini. Rimasti con poche parole i burattini  vivono in una tal confusione  da non riuscire più né a intendersi tra loro né portare a termine alcuna attività.

Il Sindaco del Paese dei Burattini con le poche parole rimastegli chiede aiuto a Arlecchino che è pronto e disponibile  a dare il suo contributo purtroppo non c’è nessuno che sappia spiegargli cosa sia accaduto perché tutti hanno perso una buona parte delle parole rubate dal Signor di Trebisonda.

 
 
 

Venerdì 2 Dicembre

Dalle ore 21:00

Spazio Kairòs
— Via Mottalciata 7, Torino, 

Approdi. Due Gocce nella Polvere

Spettacolo teatrale autobiografico di Alassane Conde, ragazzo africano di 25 anni richiedente asilo politico e proveniente dalla Guinea Conakry con un grande talento nella danza, nel teatro fisico e nel teatro d’attore.

Una difficile prova attoriale per un ragazzo che affronta un testo in lingua italiana dopo soli tre anni di permanenza nel nostro Paese.
Black Fabula è un progetto teatrale di accoglienza nato nell’aprile del 2015, dal quale è nata l’omonima compagnia, una formazione di teatro-danza diretta da Beppe Gromi, inizialmente composta da dieci giovani richiedenti asilo provenienti da diversi paesi africani.

Un processo di integrazione e di fusione di linguaggi espressivi che coniuga teatro, danza contemporanea, danza afro, musica tribale e tecnologica.

Con le ultime novità introdotte in Italia dal nuovo governo in tema di sicurezza e immigrazione, alcuni ragazzi del progetto hanno dovuto abbandonare il nostro Paese.

Scritto da Alassane Conde e Beppe Gromi

Con Alassane Conde

Regia di Beppe Gromi

Coreografie di Debora Giordi

Con il patrocinio di Amnesty International e vincitore del premio FITT 2020

Durata 65 minuti

Lunedì 14, 21, 28 Novembre
e Lunedì 5, 12 Dicembre

Dalle ore 17:00 alle ore 18:00

Jigeenyi
— Via Quittengo 41

Animazione “Spazio Creativo”

Attività per bambini open air a cura di Teatro Carillon. All’interno di questo spazio i bambini e le bambine troveranno attrezzi di giocoleria, burattini, trampoli, giochi creativi, guidati da alcuni docenti. Uno spazio-laboratorio dove incontrarsi e apprendere giocando, interagendo e condividendo i momenti creativi con gli altri.

 

Mercoledì 30 Novembre e Giovedì 19 Aprile

Teatro Carillon

—CET Circolo Risorgimento, Via G. Poggio, 16, 10155, Torino

mercoledì 30 novembre lo spettacolo si terrà alle ore 20:45 

giovedì 19 aprile lo spettacolo si terrà alle ore 17:00 

 

Spettacolo UFO

UFO è un’azione performativa composta da una videoinstallazione interattiva e una performance teatrale, all’interno del progetto BARRIERA CORALLINA. L’obbiettivo di questa azione è quello di portare la cittadinanza a relazionarsi con nuovi linguaggi espressivi nello spazio pubblico durante le ore notturne. Il tema dell’alieno trattato più volte nelle produzioni della compagnia, torna ad alimentare processi di confronto e integrazione sul territorio. Il quartiere di Barriera di Milano a Torino. 

LA VIDEOINSTALLAZIONE
Un mosaico di testimonianze multimediali di UFO si accostano alle tracce audio di alcuni abitanti di Barriera di Milano che raccontano il loro punto di vista sul tema dell’ “alieno”.
 
LA PERFORMANCE
Un documentario mai realizzato: dieci interviste a persone sparse ai quattro angoli del mondo che dichiarano di essere entrati in contatto con gli alieni. Per tutti loro il contatto ha cambiato radicalmente il modo in cui guardare il mondo. “Nessuno di loro racconta la storia dell’avvistamento di un UFO – afferma l’autore – quanto piuttosto quanto sia stata un’esperienza che ha cambiato la loro visione del mondo”.
Sul palco, uno spazio creativo pronto da riempire, stanno due attori seminascosti da una pellicola ologrammatica su cui si proiettano visioni interstellari, mentre un terzo, l’autore/regista, impegnato a dare un ordine a questo accavallarsi di (non-)forme.
Ciò che colpisce di UFO è il modo in cui il regista si pone in dialogo con la compagnia che metterà in scena il suo testo. Questo fa sì che nel momento in cui si lavora con quest’opera ci si ponga la domanda del ruolo dell’autore, del regista e degli attori: sono anch’essi personaggi del dramma? O sono esseri reali che riportano ciò che hanno detto altri? Abbiamo deciso di usare le videoproiezioni per dare una forma di anonimato agli intervistati e allo stesso tempo aprire le porte alle percezioni cosmiche. Nelle testimonianze dell’opera, nelle parole imprecise dei suoi “esperti” c’è un inno alla vita universale che desideriamo restituire.
La performance è liberamente tratta dall’omonimo spettacolo di Aleksandrovič Vyrypaev. Nato nel 1974 a Irkutsk, in Siberia, è tra i più importanti drammaturghi russi contemporanei. Dopo l’attacco russo in Ucraina ha preso pubblicamente posizione contro il governo annunciando la devoluzione delle royalties per i suoi spettacoli a un fondo per le vittime della guerra.
 
Prodotto da Teatro Carillon all’interno del progetto Barriera Corallina.
Videomapping: Jacopo Della Rocca, Tommaso Pigliapoco
Regia: Niccolò Cappello
Performance: Giacomo Bisceglie, Nicolò Parodi, Karin Rossi
 

 

 

LE ASSOCIAZIONI

Anomalia Teatro
è una compagnia fondata per portare avanti ogni giorno un’idea di teatro che sia orgogliosamente popolare. Oltre agli spettacoli la Compagnia si dedica anche alla formazione con diversi corsi annuali.  MalaErba è la nuova sede di Anomalia Teatro, un laboratorio culturale, situato in Barriera di Milano.
anomaliateatro.it | info@anomaliateatro.it

Co.Mu.Net – Officine Corsare
è un’associazione mutualistica nata per costruire soluzioni collettive ai bisogni che non trovano risposta in una realtà che oggi si rivela individualista e precaria. Condividendo capacità, tempo e risorse economiche i soci costruiscono insieme reti di prossimità, cultura mutualistica e sviluppo di comunità.
comunet.online | comunet.torino@gmail.com

Il Pane e le Rose
è un’associazione che nasce per portare avanti progetti di solidarietà alimentare che hanno avuto luogo presso il circolo Arci Anatra Zoppa in Barriera di Milano. Da questa esperienza è nata successivamente la volontà di creare nuovi progetti in grado di unire produzione artistica, fruizione culturale e welfare comunitario.
Il Pane e le Rose | ilpaneeleroseaps@gmail.com

L’asola di Govi
è il progetto culturale di persone attive in musica, spettacolo, letteratura e arti visive. Il sogno comune è promuovere le arti in ogni loro forma espressiva, sperimentando e confrontando le diverse esperienze per realizzare spettacoli, laboratori di teatro e workshop con esperti e cultori del bello.
L’asola di Govi | asoladigovi@gmail.com

Onda Larsen
è un’associazione di promozione sociale che si occupa di tutto (o quasi tutto) quello che riguarda il teatro e le arti performative: produce spettacoli, organizza rassegne, festival eventi, laboratori, corsi e molto altro. Casa di Onda Larsen è Spazio Kairòs, un circolo Arci con un teatro, un porto sicuro per il pubblico e per gli artisti.
ondalarsen.org/ | info@ondalarsen.org 

Renken
è un’associazione che promuove educazione, dialogo interculturale, miglioramento della qualità della vita in un’ottica di formazione, autodeterminazione, libertà, realizzazione, cooperazione e coesione sociale.
info@renken.it

Ricette d’Africa
è un collettivo di cuoche nato da un percorso di formazione a donne africane per sviluppare laboratori interculturali di cucina ed esperienze di ristorazione. Jigeenyi (donne in lingua Wolof) è lo spazio e la sede di Ricette d’Africa, dedicato alla creatività, alla cultura e alle cucine africane all’interno del Bunker, a Torino.
ricettedafrica.com | ricettedafrica@gmail.com

sPAZImUSICALI
è un’associazione che nella sua gestione dello sPAZIO211 fa fronte alla mancanza di spazi nel territorio e all’assenza di una progettualità coordinata finalizzata alla promozione ed alla produzione di eventi culturali che non troverebbero spazio nei circuiti tradizionali.
spazio211.com | pace.spazio211@gmail.com

Teatro Carillon
è un storica compagnia di teatro di strada, fondata nel 1983. Da questo tipo di teatro vengono riprese varie tecniche, tipiche dell’attore saltimbanco. Al suo attivo, oltre a spettacoli teatrali, ha anche laboratori performativi, attività nelle scuole e progetti di teatro sul territorio.
teatrocarillon.jimdofree.com | carillon.teatro@libero.it

Ti Ascolto!
è un’associazione di promozione sociale affiliata ARCI con cui condivide valori fondamentali per la promozione del benessere. Offre percorsi formativi, di supervisione e consulenza su temi relativi alla salute mentale individuale e di comunità sia per psicologi che operatori.
sportellotiascolto.it | torino@sportellotiascolto.it

Tzim Tzum
è un’associazione nata con lo scopo di promuovere, diffondere, ideare e gestire iniziative in ambito teatrale e culturale con spettacoli, festival, rassegne e attività didattiche e formative.
tzimtzum.it | tzimtzum.aps@gmail.com

GLI SPAZI

Anatra Zoppa
— Via Courmayeur 5 

Circolo Risorgimento
— Via G. Poggio 16

L’asola di Govi
— Via Valprato 68

Jigeenyi
— Via N. Paganini 0

MalaErba
— Via Verrès 4

sPAZIO 211
— Via F. Cigna 211

Spazio Kairòs
— Via Mottalciata 7

IBAN IT27 Y060 8501 0020 0000 0021 621