CreativAfrica 2016

18.09.2016

 

CreativAfrica 2016 è un progetto di Renken, Centro Piemontese di Studi Africani e Musica 90. Per l’edizione 2016, CreativAfrica si propone di arricchire il panorama culturale torinese portandovi alcune eccellenze della musica, della letteratura, del cinema africano e, allo stesso tempo, mira a soddisfare il bisogno di reciproca conoscenza e collaborazione fra cittadini immigrati e italiani e favorire una convivenza fondata sul rispetto, sulla partecipazione e sulla conoscenza.

 

Attraverso eventi letterari, artistici, concerti ed incontri, intende affrontare temi di attualità globale, stimolando il dialogo, l’integrazione e la cooperazione. Promuove un approccio culturale all’immigrazione, attraverso la conoscenza dell’altro, facilitandone l’accoglienza e la partecipazione alla vita cittadina, sociale, politica ed economica, valorizzando le risorse e identificando opportunità e nuove partnership.

 

CreativAfrica 2016 promuove eventi su tutto il territorio cittadino coinvolgendo diversi destinatari adulti e minori, italiani e stranieri in un mese di cultura e di incontro; le attività nelle scuole indirizzeranno bambini, ragazzi e giovani in diversi percorsi educativi e interculturali. All’interno del festival saranno presentati incontri letterari e artistici, una rassegna di cinema in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, concerti, workshop e conferenze per dare spazio alle culture africane e creare possibilità d’incontro tra i cittadini, le associazioni, gli ospiti internazionali, le organizzazioni.

 

La prima sezione del Festival è dedicata alla letteratura e alla contemporaneità, tra gli ospiti della rassegna si trovano scrittori, ricercatori, giornalisti e intellettuali.

 

Tra gli incontri più significativi:

- Igiaba Sciego e il suo personale cammino di passione verso Caetano Veloso

- Burkina Faso. Lotte rivolte e resistenza del popolo degli uomini integri

- Immaginari d’Africa

- MIGRAZIONE ACCOGLIENZA INCLUSIONE CO-SVILUPPO. Il ruolo delle Diaspore Med-Africane. 

 

Questa edizione di CreativAfrica propone anche una sezione dedicata al teatro, presentando una rappresentazione sul tema delle seconde generazioni “La giovine Italia” e un corso di perfezionamento rivolto a figure professionali e studenti universitari sul tema dell’intercultura nel teatro sociale “La narrazione e i contesti interculturali”.

 

CreativAfrica presenta, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e il Cinema Massimo di Torino, una rassegna dedicata al cinema marocchino contemporaneo. Le pellicole sono state selezionate tra le vincitrici di premi e riconoscimenti dei festival internazionali e africani di cinema. La rassegna promuove la comunicazione culturale e artistica tra il Marocco e l’Italia e farà conoscere alcune produzioni cinematografiche marocchine. I film proposti nella rassegna cinematografica sono: “Mille mois” di FaouziBensaidi (2003, 124’);“Les hommeslibres” di Ismael Ferroukhi (2011,99’); “Les chevaux de Dieu” di Nabil Ayouch (2012, 115’);“Rock the Casbah”di LailaMarrakchi (2013, 100’);“Sur la planch” di Leila Kilani (2011,110’).

 

Il festival accoglierà sul suo palcoscenico grandi ospiti internazionali e artisti residenti in Italia di origine africana per permettere al pubblico torinese di incontrare eccellenze musicali africane ma anche il ricco patrimonio musicale che il nostro Paese ospita. Tra gli ospiti della sezione musica : Fanfara Station (Tunisia-USA); Aziz Sahmaroui & University of Gnawa (Marocco); Baba Sissoko con la figlia Djana Sissoko (Mali); Kondy Band (Sierra Leone).

 

Poco fuori Torino, presso il Chiapitau di Collegno, il si esibiranno i guineani Terya Circus, con il loro spettacolo Boulevard Conakry che porta il grande circo internazionale per la prima volta all’interno del Festival.

 

Alcuni momenti del Festival, denominati eVenti d’Africa, saranno interamente dedicati al dialogo interculturale e all’incontro con le comunità di origine africana del territorio torinese oltre che alle interessanti realtà artistiche e musicali fiorite dai talenti dei giovani afro-italiani di seconda generazione.

 

Tre workshop di cucina si articoleranno in giornate legate alle tradizioni culinarie di Paesi diversi (Marocco, Burkina Faso, Madagascar) e saranno guidati dall’esperienza di tre cuoche africane e realizzati in collaborazione con Slowfood e Casa del Quartiere di San Salvario.

 

Il secondo fine settimana di Ottobre, presso i particolari ambienti di San Pietro in Vincoli, il festival propone presentazioni letterarie, workshop teatrali e di danza, oltre a momenti di gioco, cibo, musica e divertimento.

 

Il ricco programma coinvolge varie realtà tra cui numerose associazioni della diaspora africana a Torino, Amece, Afropolitan Lab, Best Flow, Diversamente Colorati, Otello Art, Balon Mundial, Migrantour, ASAI…

 

L’azione di creativAfrica legata al design, sviluppandosi intorno alla Nuit du Bazin, attiva una rete di collaborazioni con il coinvolgimento di sarti e stilisti della diaspora provenienti dell’Africa dell’Ovest, associazioni ed enti impegnati nell’inclusione e nella cooperazione, laboratori artigianali locali e la musica come spazio di confronto in un connubio artistico di design, musica, danza e moda.

 

Il programma di creativAfrica accoglierà infine alcune mostre fotografiche, quali: “Le vittime della nostra ricchezza” di Stefano Stranges, “Sguardi incrociati: sfumature di Senegal” di Marina Tabacco e Claudia Francesia, “Donne dell’Argan” di Marco Marucci.

Share on Facebook
Please reload

Posts Recenti
Please reload

Ricerca con Tags

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

©2023 by Renken.