Quattro grandi romanzi ambientati in Africa

Abbiamo selezionato 4 grandi romanzi ambientati in Africa, ad opera di scrittori noti a livello internazionale. Si tratta spesso di autori di origine africana successivamente emigrati in Occidente oppure di autori occidentali che, per qualche motivo, hanno trascorso una parte importante della loro vita in un Paese africano. Il loro romanzi raccontano le contraddizioni del continente con uno speciale mix di nostalgia e disincanto.

Grandi romanzi ambientati in Africa: “Nato fuori legge” di Trevor Noah, Ponte alle Grazie

consigliato dalla redazione di Bossy

Grandi romanzi ambientati in Africa nato fori legge trevor noah

I temi trattati nel libro sono numerosi, dall’identità sudafricana di Trevor, al rapporto con la madre, all’assenza di una reale figura paterna, dalle prime storie d’amore da ragazzino fino alle speranze per un futuro diverso; tuttavia l’aspetto che pervade forse maggiormente il testo, se non addirittura tutta l’infanzia di Trevor, è il colore della sua pelle. Trevor nasce da una madre (nera) della tribù sudafricana Xhosa e da un padre (bianco) di origini svizzere: nasce colored. Non è né bianco né nero, e questo mancato senso di appartenenza a una delle due principali categorie del Sud Africa influenzerà non poco la sua crescita, la sua formazione e il suo senso identitario.

Quando sua madre ha scelto di avere un figlio con il padre di Trevor, non si è soffermata ad analizzare nel dettaglio vantaggi e svantaggi di una decisione tanto controcorrente, una decisione illegale. Perché l’unione di più etnie, in un sistema fondato sul razzismo istituzionalizzato, rivela le falle del sistema e lo smaschera nella sua illogicità.

Nonostante tutto ciò, Trevor ci descrive la determinazione, la testardaggine e la forza di sua madre Patricia, che si mette in testa di volere un figlio, non necessariamente un marito o una famiglia: un figlio. Un figlio da amare incondizionatamente.

Continua a leggere la recensione J.Mazzarello su “Bossy”

Bonus track: se hai Netflix, non perderti “Son of Patricia”, lo spettacolo di Stand-Up comedy in cui Trevor Noah parla di tacos, serpenti in fuga, campeggio, razzismo e di quello che ha imparato da sua madre.

Grandi romanzi ambientati in Africa: “Il respiro della notte” di Richard Mason, Codice

consigliato da Francesca Marson di Nuvole d’inchiostro

Grandi romanzi ambientati in Africa il respiro della notte mason

Barol, furfante gentiluomo vive a Capetown, Sudafrica, accanto alla moglie Stacey e al figlio, il piccolo Arthur. Lasciatosi alle spalle l’Olanda, si finge un aristocratico francese e lavora il legno creando mobili. Ma quando, sull’orlo del fallimento, Piet Barol pensa di aver perso per sempre la sua buona stella, il fato intreccerà il suo destino con quello di Luvo e Ntsina Zini, due nativi sudafricani diversissimi tra loro. Il primo, educato secondo i principî dei missionari cattolici, il secondo ben ancorato ai rituali africani più antichi. Che fare dunque? Procurarsi il legno pregiato – che servirà per costruire i mobili – sfruttando le leggi razziali che permettono l’espropriazione dei terreni ai nativi. Ma Piet Barol deve fare i conti con gli indigeni bantu, convinti che gli spiriti dei loro antenati risiedano proprio nella foresta di Gwadana…

Non fatevi spaventare dalle dimensioni – parliamo di un volumone di quasi 500 pagine; qualcuna in meno avrebbe sì giovato alla narrazione – Il respiro della notte è un tripudio sensuale della natura, un ritratto vividissimo dell’Africa del primo decennio del Novecento, dove i bianchi spadroneggiano, e i riti magici sono ancora radicatissimi in molte tribù.

Continua a leggere la recensione di F.Marson su “Nuvole d’inchiostro”

Grandi romanzi ambientati in Africa: “Americanah” di Chimamanda Ngozi Adichie, Einaudi

consigliato da Valeria Fioretta alias Gynepraio

Grandi romanzi ambientati in Africa americanah chimamanda ngozi adichie

Ifemelu è una giovane nigeriana trasferitasi a studiare negli USA dove, dopo una iniziale fase di difficile acclimatamento, ha ottenuto una borsa di studio a Princeton e una certa fama. Nonostante l’America le abbia portato svariati amori, Ifemelu non ha mai smesso di pensare a Obinze, il suo primo ragazzo rimasto in Nigeria. É per riprendere i contatti con lui -e con il pezzo di sé che ha lasciato laggiù- che Ifemelu decide di tornare in patria dopo 13 anni.

Un Paese che non sta esattamente nella top 5 dei viaggi che farei domattina, ecco. E io amo l’Africa, ne subisco il fascino e mi incuriosisce un sacco, eppure la Nigeria mi evoca sempre petrolio, lotte fra gang, film di Nollywood che parlano di lotte fra gang, cattolici estremisti, donne con turbanti in colori sgargianti, bambine con gonnelline in lurex in colori sgargianti, poveri poverissimi e ricchi ricchissimi. Insomma, per me la Nigeria fa rima con trash e miseria.

La protagonista Ifemelu racconta la sua Nigeria in due versioni: quella pre-Stati Uniti -quando era ragazzina, il suo Paese era l’unico mondo che conosceva e sognava segretamente di andarsene- e quella post-Stati Uniti – con occhi adulti, disincantati e stanchi-.

Continua a leggere la recensione di V.Fioretta su “Gynepraio”

Bonus track: sembrava che l’attrice kenyota Lupita Nyong’o avesse acquisito i diritti del romanzo per trarne un film prodotto da Brad Pitt, ma nel 2019 HBO ha annunciato la realizzazione di una serie. Noi siamo in trepidante attesa

Grandi romanzi ambientati in Africa: La serie “Precious Ramotswe” di Alexander McCall Smith, Tea

Grandi romanzi ambientati in Africa precious ramowtswe mccall smit

Un genere, quello dei gialli, che difficilmente viene associato all’Africa! Invece Alexander McCall Smith, scrittore britannico di origini scozzesi e cresciuto in Zimbabwe, ambienta questa serie a Gaborone, la capitale del Botswana: uno degli stati più estesi, tranquilli e sviluppati dell’Africa meridionale.

Protagonista della serie è Precious Ramotswe, una detective poco più che trentenne, che ha fondato lla prima agenzia investigativa privata del Paese vendendo i capi di bestiame appartenuti al definto padre. Affabile, simpatica, golosa, dotata di coraggio e di un’etica fortissima, Precious risolve piccoli e grandi enigmi praticando l’arte segreta dell’ascolto attivo e conquistando la fiducia dei suoi clienti con l’empatia.

Non solo una detective, Precious è anche una figura femminile non convenzionale all’interno delle tradizionali strutture sociali africane: moderna ma al contempo tradizionalista, desiderosa di sposare il suo fidanzato storico ma anche di mantenere la sua indipendenza.

Bonus track. Dalle avventure di Precious Ramotswe è stata tratta una serie, interamente girata in Botswana e prodotta a HBO. Doppiata e andata anche in onda in Italia sul canale Lei, ha ricevuto critiche molto positive: potete provare a recuperarla su Youtube. Questo, intanto, è il trailer!

Ti è piaciuto questo articolo? Potresti leggerne un’altro sulla letteratura africana contemporanea!

LeggI l’articolo dedicato agli autori africani contemporanei